Materiali

Spiritualità e Cura nel contesto francofono

Note di don Sebastiano Serafini

La presente ricerca intende fotografare il rapporto tra spiritualità, cura e medicina, nel contesto di lingua francese. In particolare, saranno presi in esame la parte francofona della Svizzera, il Belgio, la Francia e il Canada (Québec).

Si cercherà di esaminare quale sia in queste zone la proposta a livello formativo e accademico, relativamente al rapporto tra spiritualità, cura e medicina. Verranno infatti presi principalmente in considerazione corsi di formazione proposti dalle università, progetti di ricerca, pubblicazioni, e autori di riferimento appartenenti a queste aree geografiche.

1. Svizzera francese: le attività dell’Université de Lausanne [1]

In questo particolare territorio, che comprende la parte est della Svizzera, occorre registrare l’importante attività accademica e formativa portata avanti dall’Université de Lausanne (https://www.unil.ch/index.html). L’analisi si concentrerà quindi nell’esporre i corsi di formazione proposti dall’Università, l’attività di ricerca, e gli autori e i testi di riferimento.

Corsi di formazione continua

L’Université de Lausanne, all’interno dei propri progetti di Formazione Continua, propone due corsi con la possibilità di ottenere un Certificate of Advanced Studies (CAS).

- Santé, médecine et spiritualité. Pour une approche bio-psycho-sociale et spirituelle intégrée (https://www.formation-continue-unil-epfl.ch/formation/sante-medecine-spiritualite/). Il corso prende in considerazione l’importanza di un approccio bio-psico-sociale e spirituale in medicina e dell’integrazione della spiritualità nella cura delle persone malate. La metodologia del corso è interdisciplinare (medicina, psicologia, scienze umane), ed è infatti ideato ed elaborato dalla Facoltà di Teologia e Scienze Religiose e dalla Facoltà di Biologia e Medicina. Tale metodologia favorisce una riflessione sul ruolo accordato alla spiritualità nell’ambito delle cure mediche. Obiettivi del corso sono: comprendere l’approccio integrato bio-psico-sociale e spirituale (punti di vista teorici e applicazioni pratiche); essere in grado di proporre un’implementazione delle dimensioni bio-psico-sociali e spirituali nel proprio ambito lavorativo; sviluppare le proprie capacità relazionali e comunicative per affrontare in modo appropriato una situazione che coinvolge la spiritualità nel contesto professionale; stabilire un dialogo costruttivo e collaborativo con le varie parti coinvolte nella cura e con i rappresentanti del quadro istituzionale.

- Accompagnement spiritual en milieu de santé (https://www.formation-continue-unil-epfl.ch/formation/accompagnement-spirituel-milieu-sante-cas/). Il corso è rivolto a coloro che intendono esercitare un ruolo di accompagnamento spirituale in un ospedale o in un istituto medico-sociale. Obiettivi del corso sono quelli di identificare i fondamenti teorici delle scienze umane che includono la conoscenza dello sviluppo umano e spirituale nelle varie fasi della vita; assimilare le tecniche che facilitano l’accompagnamento nella cura spirituale; condurre, documentare e valutare un intervento spirituale incentrato sulla persona, rispettoso del codice etico dell’establishment; integrare elementi culturali per essere in grado di realizzare un intervento spirituale adatto; valutare l’impatto dell’approccio relazionale, della spiritualità, delle credenze,, nei rapporti con le persone che si incontrano; stabilire un’efficace comunicazione interprofessionale, tenendo conto delle diverse sensibilità differenti.

Attività di ricerca e servizio: la Platforme MS3

L’Università di Lausanna ospita anche la Platforme MS3 Médecine, spiritualité, soins & société (http://wp.unil.ch/ms3/). La Platforme MS 3 ha un preciso percorso storico, che è opportuno descrivere. Nel 2007 nasce il gruppo Spiritualité et Medicine (SpirMed) del Centre Hospitalier Universitaire Vaudois di Lausanne (CHUV), composto dal cappellano del Centro ospedaliero e da alcuni responsabili degli istituti universitari, con l’intento di rendere i medici consapevoli della dimensione spirituale delle cure. Questa collaborazione interdisciplinare consente la realizzazione di progetti di ricerca e formazione per medici pre e post laurea. Nel febbraio 2014, il gruppo SpirMed ha proposto un progetto in collaborazione con la Facoltà di Biologia e Medicina (FBM) dell’Università di Lausanne, al fine di sviluppare l’insegnamento e la ricerca trasversale, interdisciplinare, nel campo della spiritualità in medicina. Il gruppo è presieduto dalla Facoltà di biologia e medicina e teologia e dalla cappellania del CHUV. L’obiettivo era quello di creare un’educazione nella cura spirituale per i caregiver e i teologi impegnati nella comunità sanitaria. A seguito dei successi del gruppo SpirMed all’interno del CHUV-FBM e del lavoro sviluppato nell’ambito del Servizio di riabilitazione geriatrica, la Leenaards Foundation ha unito le forze con il CHUV-FBM per istituire una Platforme MS3 Médecine, spiritualité, soins & société nel novembre 2014. Il 1 ° gennaio 2015 FBM, Leenaards Foundation e CHUV hanno firmato un accordo che determina l’integrazione della Platforme MS3 nel dipartimento di formazione e ricerca del CHUV e delinea la sua missione che è quella di sviluppare progetti nei settori della validazione di modelli clinici, ricerca e insegnamento, partecipando inoltre a dibattiti sociali sulla qualità della vita dei pazienti e dei caregiver, prendendo maggiormente in considerazione la dimensione spirituale nelle loro relazioni di cura. Nacque così la Platforme MS3 Médecine, spiritualité, soins & société, che lavora al servizio del CHUV-FBM per integrare la dimensione spirituale nei loro progetti.

La storia della Platforme Médecine, spiritualité, soins & société testimonia la volontà del CHUV e della Leenaards Foundation di mettere la persona umana al centro delle preoccupazioni della medicina moderna, nonché di un concetto di assistenza in cui il malato ricoverato in ospedale non deve essere ridotto a un insieme di organi o al suo genoma. Per la Platforme MS3, essere al servizio di questa visione di medicina e di pratica assistenziale, significa ovviamente mettere a disposizione di tutti gli operatori sanitari le conoscenze sul tema della spiritualità come componente essenziale delle cure. Ciò è vero nel campo della ricerca, come anche in quello clinico e didattico. La Platforme MS3 mira anche a essere al servizio della comunità sanitaria, dei pazienti e dei loro cari. Una parte importante del lavoro della Platforme MS3 si concentra su come la considerazione della spiritualità del paziente (compresa la sua esperienza religiosa) possa contribuire allo sviluppo di un progetto terapeutico accettabile e sostenibile. Le due condizioni affinché questo servizio non sia vano e affinché tale lavoro trovi un’eco nella routine clinica, sono l’uso sistematico in ospedale di un modello di cura che tenga conto dei determinanti spirituali della salute (modello biopsicosociale e spirituale) e il rafforzamento dell’interdisciplinarietà.

Autori e testi di riferimento

Nel contesto preso in esame, occorre registrare l’attività svolta da alcuni autori e la segnalazione di alcuni studi. In particolare, per quanto riguarda autori che svolgono attività di ricerca sul rapporto tra spiritualità e medicina, segnaliamo:

- Brandt Pierre-Yves, direttore dei corsi proposti dall’Università de Lausanne e direttore dell’Istitut des sciences sociales des religions (ISSR) dell’Università de Lausanne.

- Etienne Rochat, teologo e assistente spirituale, responsabile della Platforme MS3.

Alcuni testi di riferimento sono:

- Brandt P.Y. – Besson J., eds., Spiritualité en milieu hospitalier, Labor et Fides 2016.

- Rochat E., Modèle d’évaluation de la détresse spirituelle: une appréciation théologique, Thesis, Université de Lausanne 2017.

Segnaliamo anche le pagine personali dove è possibile consultare una vasta bibliografia sul tema in questione:

- Bibliografia del prof. Brandt: https://www.unil.ch/issr/fr/home/menuinst/chercheurseuses/brandt-pierre-yves/page-en-anglais.html

- Pubblicazioni della Plateforme MS3 (di cui Etienne Rochat è responsabile): https://wp.unil.ch/ms3/publications/

2. Belgio: l’attività di Resspir (Réseau Santé, Soins et Spiritualités)

Nel territorio belga occorre registrare l’attività di collegamento e promozione operata da Resspir (https://resspir.org/), collegata all’Institut de recherche Religions, Spiritualités, Cultures et Sociétés dell’Université Catholique de Louvain [2]. Considerata l’importante attività svolta da questo centro, la presente ricerca si concentrerà nell’evidenziare il lavoro svolto da Resspir.

Obiettivo di Resspir

Il centro belga ha come obiettivo quello di promuovere nella società e nella cultura la comprensione, il riconoscimento e l’integrazione della spiritualità nell’ambito della sanità, in continua tensione con le tradizioni religiose. A tale proposito, Resspir cerca di mettere in rete, coordinare ed evidenziare il lavoro e le iniziative relative alla “Spiritualità nella cura”, derivanti dalla ricerca, dalla formazione, dalla competenza clinica. In tal modo, suo obiettivo è sensibilizzare gli operatori sanitari alle questioni della spiritualità e della religiosità, sostenere gli assistenti spirituali nella loro pratica e sensibilizzare le comunità sui benefici e le sfide dell’integrazione della spiritualità nel mondo della salute.

 

La struttura organizzativa di Resspir

Il direttore del centro è il prof. Dominique Jacquemin (la sua pagina personale: https://uclouvain.be/fr/repertoires/dominique.jacquemin).

Per approfondire la struttura organizzativa del Centro Resspir è possibile consultare il seguente link: https://resspir.org/structure-du-reseau/.

Tra i componenti delle Commissioni Formazione e Ricerca vanno segnalati Mr Grégory Aiguier; Mr Mario Drouin; Mme Cosette Odier; Prof. Pierre-Yves Brandt; Prof. Jean-Philippe Cobbaut; Dr Anne Degrand-Guillaud; Prof. Eckhard Frick sj.; Dr Frédéric Guirimand; Prof. Guy Jobin; Mr Nicolas Pujol; Mr Etienne Rochat

Partner internazionali:

Resspir promuove la costruzione di un partenariato internazionale. Al seguente link è possibile trovare i vari partner internazionali: https://resspir.org/partenaires-et-liens/

Percorsi formativi:

Resspir organizza colloqui (https://resspir.org/publications/actes-de-colloque/), conferenze (https://resspir.org/actu-categorie/conferences-colloques/), e rende possibile la diffusione e la coordinazione tra vari percorsi formativi, offerti a livello accademico da diversi centri e istituti (https://resspir.org/formations/ e https://resspir.org/formation-continue/).

Ha inoltre creato dei «moduli pedagogici», che possono essere seguiti sia a livello individuale che da équipe, per approfondire temi particolari: https://resspir.org/module/articulation-spiritualite-religion-soins/

Ricerca

Resspir supporta la ricerca interdisciplinare tra salute, cura e spiritualità. A tale scopo, partecipa a progetti di ricerca congiunti o individua partner per costruire o divulgare progetti di ricerca. Resspir offre anche strumenti metodologici, pubblicazioni sui metodi di ricerca (https://resspir.org/publications/theme/methodes/), e mette in contatto studenti, promotori, fondazioni, gruppi di ricerca, per accedere a borse di studio.

Resspir favorisce i contatti tra diversi centri di ricerca, osservatori, istituti, che in questi ultimi anni hanno affrontato le questioni spirituali nell’ambito della sanità e delle cure. Tra questi, sono da segnalare:

- Réseau international de recherche en éthique-spiritualité et soins palliatif (RIRESP): https://uclouvain.be/fr/instituts-recherche/rscs/riresp-a-propos.html, nato nel 2012, è composto da docenti universitari, dottorandi, studenti, medici, interessati alle scienze umane e in particolare alle questioni etiche e/o spirituali inerenti alla pratica delle cure palliative.

- European Network of Research on Religion, Spirituality and Health (RISH): https://www.rish.ch/en/home, promuove la ricerca, la formazione e il collegamento in rete nel campo della religione, della spiritualità e della salute, sia in Svizzera che in Europa.

- European Research Institute for Chaplains in Healthcare (ERICH): http://www.enhcc.eu/, ospitato dall’Academica Centre for Practical Theology (ACPT - https://www.pastoralezorg.be/page/theopraxis-eng/) di KU Leuven, Belgio. Il forum europeo intende costruire approcci innovativi per la ricerca sulla cappellania ospedaliera, sull’educazione alla ricerca e sulla diffusione in Europa e internazionale. Intende inoltre promuovere la collaborazione globale e lo scambio di conoscenze tra comunità ed esperienze, attraverso pubblicazioni, convegni, ricerche.

- Centre Spiritualitésanté de la Capitale-Nationale, CHU de Québec, Canada: https://www.chudequebec.ca/professionnels-de-la-sante/centre-spiritualitesante/centre-spiritualitesante.aspx, impegnato in vari campi di ricerca che mirano a integrare l’assistenza spirituale nell’attuale contesto socio-culturale. Il Centro assicura l’operatività quotidiana dei servizi di assistenza spirituale in oltre 30 siti nella rete dei servizi sanitari e sociali del Québec City e dintorni. Il Centro è composto da circa una quarantina di operatori di cure spirituali. Inoltre, pubblica la Reveu Spiritualitésanté tre volte all’anno, che offre uno spazio di riflessione, analisi, informazione e discussione sulle domande che si evolvono all’intersezione dei campi della spiritualità e della salute.

Pubblicazioni promosse e curate da Resspir:

Resspir cura anche la pubblicazione di libri nella collezione Soins et Spiritualité, edita inizialmente dalla casa editrice Lumen Vitae e oggi ospitata dalla casa editrice Sauramps Médical (https://resspir.org/collection-soins-spiritualites/) .

Nella sezione dedicata alle pubblicazioni, vengono inoltre selezionati libri, riviste, articoli, e pubblicazioni accessibili in linea (https://resspir.org/publications/).

Autori e riferimenti bibliografici

Tra i molti autori, si segnala l’attività di:

- Dominique Jacquemin, direttore di Resspir, professore dell’Università di Louvain.

(https://uclouvain.be/fr/repertoires/dominique.jacquemin)

Alcuni testi di riferimento, oltre a quelli indicati dal sito di Resspir, sono:

- Jacquemin D., Quand l’autre souffre. Ethique et spiritualité (Coll. Donner raison n°29), Bruxelles 2010.

- Leboul D. – Jacquemin D., edd., Spiritualité : interpellation et enjeux pour le soin et la médecine, Paris 2010.

- Odier C., L’accompagnement spirituel en mouvement. Aumônerie hospitalière (1974-2016), Paris 2019.

- Jacquemin D., éd., Besoins spirituels Soins, désirs, responsabilités, Paris 2016.

- Aa. Vv., Spiritual Care II La parole aux professionnels sur le terrain, Paris 2019.

- Aa. Vv., Spiritual Care I Comment en parler en français ? Des concepts pour des contextes, Paris 2019.

3. Francia: percorsi accademici e formativi tra etica, spiritualità e medicina

In Francia si registra una profonda interconnessione tra riflessione etica, spiritualità, medicina. Inoltre, considerata la vastità del territorio rispetto al Belgio e alla Svizzera, esistono molteplici proposte formative e percorsi accademici, oltre che diverse associazioni. In molte diocesi, per giunta, è presente la Pastorale de la Santé molto ben organizzata e propositiva. La presente ricerca si concentra quindi su alcuni precisi ambiti: la formazione universitaria per l’assistenza pastorale/spirituale ospedaliera; i percorsi accademici che approfondiscono il rapporto tra etica, medicina, sanità; la presentazione di alcune associazioni. Si indicheranno, infine, alcuni autori e una breve bibliografia di riferimento.

Formazione assistenza pastorale ospedaliera:

- Diplôme Universitaire Aumônier hospitalier, Université Catholique de l’Ouest, Angers, (https://www.uco.fr/fr/formations/theologie-et-sciences-religieuses/du-aumonier-hospitalier). Questa formazione fornisce ai nuovi cappellani (laici, religiosi) le competenze per assistere i malati e per cooperare con gli operatori sanitari, nella fedeltà alla missione ecclesiale e nel rispetto della laicità.

- Diplôme Universitaire Droit, Laïcité, Aumônier religieuses, Université Catholique de Lille, Lille,: https://www.fld-lille.fr/formation/diplome-universitaire-droit-laicite-aumoneries-religieuses/. Il corso offre una formazione civile e religiosa per cappellani, responsabili della cura pastorale nel mondo della sanità, studenti e per chiunque desideri migliorare le proprie competenze. Questa formazione consente ai cappellani di acquisire una “postura” adatta per l’esercizio delle loro funzioni; approfondisce le basi legali, teologiche, etiche e pastorali della missione della Chiesa nel mondo della salute; permette di acquisire le basi giuridiche e storiche della laicità in Francia, attraverso la conoscenza delle istituzioni della Repubblica, il loro rapporto con le religioni e i principi fondamentali della legge di culto in Francia.

- Diplôme Universitaire Aumônier, Université de Strasbourg, Strasbourg : https://theopro.unistra.fr/diplomes-duniversite/du-aumoniers/. Il corso si distingue per due specializzazioni: «Cappellani cattolici», per gli studenti che si iscrivono alla Facoltà di teologia cattolica, e «Cappellani protestanti», per coloro che invece si iscrivono alla Facoltà di teologia protestante. Attraverso una formazione teologica generale e professionale, il corso intende sviluppare una buona conoscenza delle condizioni per esercitare la professione di cappellano. In particolare, il percorso formativo consente di approfondire la capacità di ascolto, l’accompagnamento spirituale rispettoso e la gestione delle convinzioni personali, nonché il dialogo nel contesto interculturale e interreligioso.

- Diplôme Universitaire Soins et Spiritualité, Institute Catholique de Toulouse, Toulose, : https://www.ict-toulouse.fr/formation/du-soins-spiritualite/. È un corso che si svolge nell’arco di 2 anni, che consente la preparazione per la professione di cappellano, qualificando l’attività di ascolto e di supporto nei confronti delle persone che vivono in particolari situazioni esistenziali. Fornisce, inoltre una comprensione dei fenomeni religiosi e della loro inclusione nello spazio pubblico della laicità. Offre anche competenze specifiche per l’animazione e l’assistenza spirituale; permette di collocare l’azione pastorale all’interno di un istituto di cura.

Etica, medicina, sanità:

Tra le molte proposte formative che cercano di coniugare la riflessione etica con il mondo della medicina e della sanità, si segnalano, in particolare:

- Diplôme Universitaire d’éthique biomédicale, Centre Sèvres - Facultés Jésuites, Paris: https://centresevres.com/formation/diplome-dethique-biomedicale/. La proposta formativa offerta dal Department d’Éthique Biomédicale intende far luce sulle molte questioni sollevate dalla medicina, dalla cura dei malati, alle innovazioni tecnologiche e biotecnologiche. Il corso consente di acquisire le conoscenze storiche, filosofiche, teologiche e giuridiche, nonché le argomentazioni necessarie per analizzare le situazioni e giungere a decisioni etiche.

- Diplôme Universitaire Ethique de la Sante, Université Catholique de Lille, Lille: https://fmm-catholille.fr/du-ethique-de-la-sante/. Il corso concentra l’attenzione sulle sfide dell’etica nel contesto contemporaneo dell’assistenza. In particolare, intende formare alla conoscenza della riflessione etica e all’analisi delle situazioni critiche. Permette inoltre di riflettere sulle necessarie condizioni per radicare l’etica all’interno delle strutture sanitarie e medico-sociali.

Centri di ricerca e associazioni:

- Centre Laennec, https://laennec-paris.fr/, sedi di: Paris-Marsille-Lyon. Il centro fondato e coordinato dai padri gesuiti ha l’obiettivo di accompagnare gli studenti in medicina, dal primo al sesto anno. Gli studenti possono beneficiare di formazione intellettuale, umana e spirituale. Pubblica la rivista Laennec in collaborazione con il Département Ethique Biomédicale du Centre Sèvres.

- Centre d’Éthique Médicale, Université Catholique de Lille, Lille, https://lillethics.com/centre-ethique-medicale/. Il Centro offre percorsi di formazione e riflessione a team di medici sulle questioni etiche e filosofiche sollevate dall’evoluzione della medicina e dalle pratiche di cura della salute.

- Maison Médicale Jeanne Garnier, https://www.jeanne-garnier.org/, Centro di assistenza e accoglienza nelle cure palliative. Offre percorsi di sostegno e di formazione di impronta cattolica.

Autori e riferimenti bibliografici:

Considerando la particolarità del contesto analizzato (il legame tra etica, medicina, sanità), risulta difficile raccogliere in poche righe gli autori più rappresentativi e la vasta bibliografia presente nel contesto francese. Indicheremo solo alcuni autori e indicheremo le loro pagine personali per cercare eventuali riferimenti bibliografici.

- Cobbaut J.-P., Directeur du Centre d’Éthique Médicale, Lille

- Saintot Bruno, Directeur du Department d’Éthique Biomedicale, Centre Sèvres, Paris https://centresevres.com/enseignant/bruno-saintot/

- Verspieren Patrick, Docente Emerito di Bioetica e filosofia morale, Centre Sèvres, Paris https://centresevres.com/enseignant/patrick-verspieren/

- Pujol Nicolas, Maison médicale Jeanne Garnier et Université Catholique de Lille

- Hirsch E., Docente di Etica medica, Université Paris-Sud.

4. Canada (Québec): la Chaire Religion, spiritualité et santé dell’Université de Laval

In Canada, oltre al già citato Centre Spiritualitésanté de la Capitale-Nationale (https://www.chudequebec.ca/professionnels-de-la-sante/centre-spiritualitesante/centre-spiritualitesante.aspx), occorre rilevare l’importante attività svolta dalla Chaire Religion, spiritualité et santé (CRSS) - (http://www.crss.ulaval.ca/accueil/). Istituita nel 2001, unica in Canada, la CRSS fa parte della Faculté de Theologie et de Science Religieuse dell’Université de Laval, e gestisce progetti di ricerca interdisciplinare con i numerosi partner del sistema sanitario, gruppi religiosi e ambienti universitari. La Chaire Religion, spiritualité et santé ha come obiettivo principale la promozione dell’integrazione delle dimensioni religiose e spirituali nel campo della salute, in particolare nelle esperienze di sofferenza, malattia e morte, favorendo una metodologia interdisciplinare, tra antropologia, scienza, medicina, teologia, spiritualità.

La Chaire Religion, spiritualité et santé offre il proprio sostegno a numerosi progetti di ricerca, pubblicazioni e formazione di futuri ricercatori e professionisti. Mantiene inoltre un importante dialogo sociale attraverso conferenze pubbliche.

Progetti: http://www.crss.ulaval.ca/recherche/projets/

La Chaire Religion, spiritualité et santé promuove tre tipi di progetti: interni, affiliati, sostenuti.

I progetti interni, promossi direttamente dalla Presidenza del CRSS, sono:

- Les soins spirituels en milieux laïques de soins.

- Les intervenantes et intervenants en soins spirituels et l’aide médicale à mourir.

- Spiritualités et santé: circulation des spiritualités dans les institutions séculières de soin de santé.

I progetti affiliati, per i quali la CRSS contribuisce come ente logistico o co-ricercatore, sono attualmente:

- Professionnalisation de l’intervention spirituelle dans les institutions non confessionnelles au Québec.

- Recherche en néphrologie et soins spirituels

Progetti sostenuti, che beneficiano di un supporto logistico da parte del CRSS, sono attualmente:

- Spiritualité et cancérologie: enjeux éthiques et épistémologiques d’une intégration. Stage postdoctoral 2015 – Nicolas Pujol.

- Corps, santé et spiritualité dans l’univers des lieux de pèlerinage québécois. Recherche postdoctorale en cours – Suzanne Boutin.

Attività:

Al fine di contribuire di ampliare la riflessione, la CRSS persegue divulga conoscenze e pratiche nella comunità scientifica. In tal senso, obiettivo generale è quello di diffondere i risultati della propria ricerca negli ambiti medico-sanitari e sviluppare la consapevolezza, a livello sociale e istituzionale, delle problematiche relative all’articolazione della spiritualità e della salute. Obiettivi specifici sono quelli di sviluppare strumenti di comunicazione e garantirne un funzionamento efficacia, e partecipare a dibattiti pubblici. Al seguente link è possibile consultare l’attività scientifica svolta dal CSSR e l’elenco delle Conferenze pubbliche alle quali ha dato il proprio contributo: http://www.crss.ulaval.ca/activites/

Formazione:

CSSR contribuisce alla formazione di ricercatori, operatori, e competenti nell’accompagnamento spirituale in ambito medico-sanitario. A tale scopo, la Chair Religion, Spiritualité, Santé offre borse di studio per studenti iscritti al Diplôme d’études supérieures spécialisées en accompagnement spirituel en milieu de santé.

- Diplôme d’études supérieures spécialisées en accompagnement spirituel en milieu de santé (https://www.ftsr.ulaval.ca/etudes/domaines-detudes/etudes-pastorales/2e-et-3e-cycles/diplome-detudes-superieures-specialisees-en-etudes-pastorales-accompagnement-spirituel-en-milieu-de-sante/). Il diploma si basa sulla collaborazione tra insegnanti e partner appassionati in ambienti specializzati, ancorata alla realtà dei rispettivi settori e offrendo stage ben supervisionati. In una visione olistica e interdisciplinare dell’assistenza sanitaria, è possibile acquisire conoscenze, abilità e atteggiamenti necessari per sostenere le persone che affrontano la malattia, la sofferenza e la morte, nel rispetto della loro situazione e delle loro convinzioni. Questo programma è offerto in collaborazione con il Centre Spiritualitésanté de la Capitale-Nationale e la Chaire Religion, spiritualité et santé.

- Insegnamenti universitari

Oltre al Diplôme, la CERSS coordina alcune attività formative periodiche, alcune di esse integrate nei programmi di studio accademici dei cicli universitari:

o Modèles d’intervention en milieu de santé (3 crédits)

Responsabile: Guy Jobin et Pierre J. Durand

o Relation d’aide et accompagnement spirituel (3 crédits)

Responsabile: Johanne Lessard et Gilles Bradet.

o Soins de santé, spiritualités et religions (1 crédit)

Responsabile: Guy Jobin et Pierre J. Durand.

o Intervenir auprès du mourant (3 crédits)

Responsabile: Johanne Lessard

o Relation d’aide et quête de sens (3 crédits)

Responsabile: Johanne Lessard

o École d’été Management, spiritualité et humanisation, 9-14 juin 2019

Responsabile: Guy Jobin et Marie-France Lebouc

o École d’été Spiritualité et santé: quoi dire? quoi faire?, 12-17 juin 2016.

Responsabile: Guy Jobin

o Formation continue à distance Module Humanisation et déshumanisation. Étude de cas dans les milieux de santé (3 h), FTSR, été 2020

Responsabile: Guy Jobin. Accès en ligne du 25 mai au 31 août 2020.

o Formation continue à distance Module La spiritualité dans le monde des soins : une nouvelle tradition spirituelle (3 h), FTSR, été 2020.

Responsabile: Guy Jobin. Accès en ligne du 25 mai au 31 août 2020.

Pubblicazioni del CRSS

Le pubblicazioni della Chaire Religion, spiritualité et santé sono consultabili al seguente link: http://www.crss.ulaval.ca/recherche/publications/

Si segnalano, in particolare, gli atti del Colloquio del 2015, L’accompagnement de l’expérience spirituelle en temps de maladie, consultabili nella versione elettronica disponibile al seguente link (da copiare e incollare sul browser): http://www.crss.ulaval.ca/wp-content/uploads/2018/07/95117-pul-religio-deprez-accompagnementspirituel-C1-C4-INT-WEB.pdf

Autori e testi di riferimento:

Tra i molti autori ce dovrebbero essere segnalati, ci limitiamo ad indicare, in particolare:

- Jobin Guy, direttore della Chaire Religion Spiritualité et Santé. Pagina personale: https://www.ftsr.ulaval.ca/notre-faculte/personnel/professeurs/guy-jobin/

- Lessard Johanne, Pagina personale: https://www.ftsr.ulaval.ca/notre-faculte/personnel/charges-de-cours/johanne-lessard/


Tra la vasta bibliografia, si segnalano i seguenti testi:

- Jobin G. – Legault A. – Pujol N., édd., L’accompagnement de l’expérience spirituelle en temps de maladie, Louvain-la-Neuve, Presses universitaires de Louvain, 2017.

- Jobin G., Spirituality in the Biomedical World. Moving between Order and “Subversion”, Berlin, De Gruyter (coll. Studies in Spiritual Care, 5), 2020.

Note

[1] Occorre rilevare il fatto che anche l’Université de Fribourg (https://www3.unifr.ch/) ha attivato un corso di Formazione Continua Universitaria. Tuttavia, a quanto ci risulta, il corso è stato attivato fino al 2017. Éthique et spiritualité dans les soins. (mars 2016 à juin 2017) : http://www.unifr.ch/theo/assets/files/SP2016/CAS%20Ethique%20et%20spiritualite_4.pdf. Gli obiettivi che il corso si è prefissato di raggiungere sono quelli di: raffinare la comprensione di alcune categorie fondamentali di cure (malattia, sofferenza, comunità, morte, ecc.), attraverso un approccio interdisciplinare (teologia, filosofia, sociologia, psicologia, antropologia); sviluppare le capacità di analisi e risoluzione delle domande etiche fondamentali incontrate nel mondo dell’assistenza; comprendere e considerare la dimensione spirituale inerente a tutto il supporto assistenziale

[2] È opportuno segnalare che la Facolté de Theologie di UCLouvain in collaborazione con l'Institue Universitaire Formation Continue offre nel gennaio 2022 il Certificate Universitaire: Pastorale de la Santé (https://uclouvain.be/prog-2020-pasa2fc). Questo certificato è destinato a volontari o persone retribuite impegnate al servizio della cappellania cattolica nel mondo della salute (ospedali, case, MRS, ...) o i direttori diocesani o parrocchiali di questa pastorale. Il corso di formazione mira a formare una riflessione sul lavoro di accompagnamento spirituale e religioso nelle istituzioni sanitarie. Uno degli obiettivi è quello di responsabilizzare i partecipanti ad entrare in un dialogo professionale e rigoroso su questioni di religione, credenze e spiritualità con tutti gli attori della salute/sanità: medici, personale infermieristico, paramedici.

Tesi

Tesi di laurea di Giuseppe Lorenzetti: La preghiera e la spiritualità nella psicoterapia.

TESI G. LORENZETTI.pdf

Materiali utili

SULLA SPIRITUALITA' NELLA CURA

Includere la spiritualità nella cura clinica

https://www.progettoamico.org/2019/08/11/includere-la-spiritualita-nella-cura-clinica/

Traduzione Italiana dell'articolo di Peter Ravenscroft "Including spirituality in clinical care" visibile al Link


Spiritualità in medicina, cosa si deve fare?

Di Francesco Bordino

https://www.lacura.org/blog/2019-06/spiritualita-medicina-cosa-si-deve-fare

Traduzione dell'articolo di Athar Yawar "Spirituality in medicine: what is to be done?", su The Journal of the Royal Society of Medicine 2001 Oct; 94(10): 529–533. Articolo originale visibile al Link

PANORAMA SULLE ASSOCIAZIONI E SOCIETA' SCIENTIFICHE

ITALIA

-Associazione Italiana di Pastorale Sanitaria: http://www.aipasalute.it

-Medicina e Persona: https://www.medicinaepersona.org

-OARI – Associazione per una pastorale di comunione e speranza per l'uomo che soffre

-Sentieri Formativi (Centro Camilliano di Formazione): https://www.sentieriformativi.it

-Società Italiana di Psicologia della Religione: http://www.psicologiadellareligione.it

-Blog Psicologia e Cattolicesimo: http://psicologiacattolicesimo.blogspot.com/

-Psicologia Cristiana: http://www.psicologiacristiana.it/


ESTERO

-Réseau Santé, Soins et Spiritualités, le RESSPIR: https://resspir.org/

-Spiritual Care Association: https://www.spiritualcareassociation.org/

-Society for the Scientific Study of Religion: https://sssreligion.org/

-Assembly of Episcopal Healthcare Chaplains: http://www.episcopalchaplain.org

-Association of Clinical Pastoral Education (ACPE) Research Network: http://www.acperesearch.net

-Association of Jewish Chaplains (NAJC): http://jewishchaplain.net

-Association of Professional Chaplains (APC): http://www.professionalchaplains.org

-Australia: http://www.spiritualhealthvictoria.org.au/

-British Association for the Study of Spirituality: http://www.basspirituality.org.uk/

-Center for Spirituality and Health, Mount Sinai Healthcare System, New York,USA: www.mountsinai.org/spiritualcare

-Centre for Spirituality, Health and Disability, University of Aberdeen, UK:

-Centro ERICH: https://www.pastoralezorg.be/page/erich/

-City of Hope: http://prc.coh.org

-George Washington Institute for Spirituality and Health, George Washington University, USA: https://smhs.gwu.edu/gwish/(questo è quello della Puchalski)Spiritual Health Victoria,

-HealthCare CHaplaincy Network (HCCN): https://www.healthcarechaplaincy.org

http://www.abdn.ac.uk/sdhp/centre-for-spirituality-health-and-disability-182.php

-Institute for Spirituality and Health at Texas Medical Center: https://www.spiritualityandhealth.org/

-National Association of Catholic Chaplains (NACC): https://www.nacc.org

-Society for the Scientific Study of Religion: https://sssreligion.org

-The Global Network for Spirituality and Health: https://smhs.gwu.edu/gwish/global-network

-The interfaith Alliance Foundation: www.interfaithalliance.org/home

-Transforming Chaplaincy: https://www.transformchaplaincy.org/

Principali autori internazionali sul tema dell’assistenza spirituale in ambito sanitario:

-Tracy A Balboni (MD, MPH, Dana-Farber Cancer Institute, Associate Professor, Radiation Oncology, Harvard Medical School, Associate Physician, Radiation Oncology, Dana-Farber Cancer Institute, Clinical Director, Supportive and Palliative Radiation Oncology Service, Dana-Farber/Brigham and Women's Cancer Center).

-Kevin j Flanelly (Center for Psychosocial Research , Massapequa , New York , USA).

-Daniel H Grossoehme (Indiana School of Medicine and Riley Hospital for Children at IU Health).

-George F Handzo (Health Services Research & Quality , HealthCare Chaplaincy Network: Caring For The Human SpiritTM , New York , New York).

-Harold G. Koenig (Department of Psychiatry and Behavioral Sciences, Duke University Medical Center, Box 3400, Durham, NC 27710, USA; Department of Medicine, King Abdulaziz University, Jeddah 21589, Saudi Arabia; School of Public Health, Ningxia Medical University, Yinchuan 750000, PR China. Electronic address: Harold.Koenig@duke.edu).

-Christina M Puchalski (MD, MS, FACP, FAAHPM, Professor of Medicine and Health Science, Director, The George Washington University Institute for Spirituality and Health (GWish), Co-Director, MFA-GWU Supportive and Palliative Outpatient Clinic, The George Washington University School of Medicine and Health Sciences).

-Urs Winter-Pfandler (Swiss Institute of Pastoral-Sociology (SPI), Switzerland).


Principali riviste scientifiche sul tema della pastorale sanitaria

Death studies

Journal of health care chaplaincy

Journal of pastoral care & counseling : JPCC

Journal of religion and health

Holist Nurs Pract


pp



Cura della speranza - Speranza nella cura

Atti del Convegno tenuto il 27 novembre 2015 presso la Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori di Milano.

cura della speranza speranza nella cura.pdf